Riparazione e Progettazione apparecchi Valvolari
Categorie
Support RealStereo
[We support Real Stereo!]

Cirse Sound 8mm

DSCN6196

Questo proiettore Cirse Sound mi e’ stato consegnato dopo essere stato vittima di cannibalismo, l’oggetto era integro ma gli era stato rubato il trasformatore di alimentazione, a parte questo, come in una radio d’epoca il circuito di amplificazione necessitava di revisione prima di poter essere utilizzato… su qualche forum di appassionati di questi oggetti (ovviamente senza la minima conoscenza in elettronica) ho letto di gente che si limita a pulirli come rimedio a un circuito che fuma… bene non seguite quei consigli se non volete distruggere il vostro proiettore o magari intossicarvi anche visto che in questo apparecchio e’ presente un raddrizzatore al selenio sull’alimentazione principale.

Il lavoro di restauro e’ consistito nel ricalcolare un nuovo trasformatore di alimentazione basandosi sullo schema e prevedendo gia’ una tensione inferiore del secondario visto che avrei sostituito il diodo al selenio con uno al silicio.

DSCN6199

Il circuito elettrico, che altro non e’ che un piccolo amplificatore audio, ha subito il cambio di tutti i condensatori a carta, di alcune resistenze aperte e anche quello dei condensatori elettrolitici che non volevano saperne di rigenerarsi.

DSCN6203

DSCN6204

DSCN6205

Quindi ho dovuto ricablare parte dell’impianto elettrico interno che era stato rimosso assieme al trasformatore.

DSCN6206

DSCN6207

DSCN6209

Il proiettore e’ ora perfettamente funzionante, e aspetta solo il cambio della testina di lettura dell’audio che risulta interrotta.

Una risposta a Cirse Sound 8mm

  • fa quasi tenerezza questo piccolo proiettore . All’epoca c’erano addirittura e articoli e tecniche sulla sonorizzazione delle pellicole a passo ridotto.

    Mio zio invece aveva il fumeo 16 mm ma era già solid-state. La telecamera per “fare” i filmini era pesantissima. Caratteristica di tutti i proiettori domestici era avere un avvolgimento separato per la lampada di proiezione e non c’è n’erano due uguali. Chi era a 8 volt,chi a 10 ,qualcuno a 24 e tutti ben dotati di amper. Poi se vuoi fare durare di più le lampade gli puoi mettere il NTC

    Confemo la pericolosità e l’imprevedibiltà dei raddrizzatori al selenio.Se si può,via le piastrine stupide e dentro un bel BY 255. Pensa che me ne era capitato uno in una radio che appena le valvole si scaldavano buttava già l’anodica e puzzava di pesce marcio.

    Ottimo lavoro

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *