Riparazione e Progettazione apparecchi Valvolari
Categorie
Support RealStereo
[We support Real Stereo!]

Golden Tube Audio SE-300B II

dscn6447

“For The Distortion Of The Music”

Questo che vi presento oggi e’ una vera chicca, uno di quegli amplificatori che va subito a far parte della “Hall of horrendous”. Simbolo emblematico del “non HiFi” o di come certi progettisti di elettroniche usciti dalle scuole odierne abbiano la convinzione che una cosa a valvole debba distorcere il piu’ possibile “perche’ a quegli scemi a cui piacciono le valvole piace la distorsione”. Il fatto che la Golden Tube Audio sia fallita comunque la dice lunga sulla bonta’ dei loro apparecchi. Iniziamo la storia…

dscn6418

Ho ricevuto questo amplificatore perche’ continuava a far saltare il fusibile e per una revisione completa del circuito.

dscn6419

Dopo averlo aperto noto un “upgrade” fatto un po’ malino, ci sono infatti 2 grossi condensatori carta olio fissati malamente con nastro isolante e feltrini che rimuovo subito e fisso meglio sul telaio (e non sul circuito) con 2 bei fili intrecciati che vanno allo stampato, svito poi la scheda per un controllo generale di tutti i componenti e per dare una pulita.

dscn6421

Dopo varie ispezioni concludo che il circuito e’ esente da ulteriori guasti, lo rimonto e misuro le valvole che sono tutte sane tranne una delle due 300B che probabilmente aveva sofferto per i corti, quindi monto una nuova coppia di 300B.

dscn6446

Rifaccio il bias poi comincio a stranirmi quando agisco sui 2 potenziometri piu’ esterni, vedevo strane cose sull’oscilloscopio e non capivo cosa facessero, allora mi sono messo alla caccia dello schema elettrico per chiarirmi le idee. Lo schema potete scaricarlo cliccando questo link gta300bsch. Il punto saliente dello schema e’ questo:

gta300b-distorsore

Lo schema e’ poco chiaro e parecchio sgranato ma sostanzialmente si capisce: il potenziometro e’ connesso a dimmer in serie ad un’altra resistenza in quello che parrebbe un negative feedback variabile, il problema e’ la configurazione dei 2 triodi 6SL7 piuttosto anormala e bizzarra perche’ quello che “sembra” un negative feedback variabile in realta’ e’ un DISTORSORE! Vedremo dopo cosa esce da quell’apparecchio, ma continuiamo con i problemi progettuali di questo amplificatore.

Il distorsore formato dalla 6SL7 e’ seguito da un’inseguitore catodico formato da una EL34 connessa a triodo messa come driver della 300B, ma alla fine da questa 300B escono solo 6Watt RMS e non di piu’ (se ne potrebbero avere 10 se solo la 300B fosse pilotata decentemente). Cioe’ la 6SL7 non riesce a erogare abbastanza swing di tensione per pilotare la 300B, e il buffer serve per non metterla a sedere del tutto e ottenere poi solo 2watt, il fatto e’ che per fare un simile buffer sarebbe bastata mezza 6SN7 per ogni canale, con la EL34 ci piloti una 211 volendo, ma bisogna che prima ci sia anche uno stadio che faccia un guadagno in tensione sufficiente. Qui il progettista ha lesinato dove serviva e’ ha messo abbondanza dove non serviva a niente.

Per finire scopro anche che uno dei 2 canali esce sull’altoparlante con la fase invertita!

Vediamo le strumentali che ho misurato da questo apparecchio:

Potenza massima: 6Watt RMS

Banda passante a 1Watt RMS col potenziometro tutto aperto: 20Hz~46Khz -3dB
Smorzamento: 3,2
Rout: 2,5ohm
THD: 0,0029%

Banda passante a 1WATT RMS col potenziometro tutto chiuso: 20Hz~85khz -3dB
Smorzamento: 5.0
Rout: 1,6ohm
THD: 6,3%

Nel secondo caso, quello col potenziomentro chiuso si capisce che e’ in atto un NFB perche’ la banda passante aumenta e aumenta anche il fattore di smorzamento, quello che e’ veramente anomalo e’ l’aumento spropositato della distorsione! Generalmente la presenza di NFB diminuisce la distorsione misurata non la aumenta e non di certo in modo cosi’ mastodontico, ma proseguiamo con le misure.

Prima del clipping in assenza di “Distorsion Feedback” il THD e’ circa del 3%, mentre inserendo il “Distorsion Feedback” la THD aumenta ad un fattore del 15%, qualunque apparecchio con valori cosi’ alti di distorsione sarebbe da giudicarsi ROTTO, e invece nel caso di questo amplificatore e’ fatto apposta.

Praticamente agire sul potenziomentro porta il funzionamento da “monotriodo non retroazionato” a “porcheria immonda”.

Vediamo gli spettri e le forme d’onda…

Ad 1 Watt senza distorsore:

1watt-no-nfb-spec

1watt-no-nfb-sine

Ad 1 Watt con il distorsore:

1watt-si-nfb-sine

1watt-si-nfb-spec

Prima del clipping senza distorsore:

underclip-no-nfb-sine

underclip-no-nfb-spec

Prima del clipping con il distorsore:

underclip-si-nfb-sine

underclip-si-nfb-spec

Nel video sottostante si puo’ vedere dal vivo l’azione del potenziomentro, il passaggio da “triodo non retroazionato” a quello “distorto”, si capisce bene perche la sinusoide iniziale e’ abbastanza bella, mentre dopo diventa fortemente distorta.

2 risposte a Golden Tube Audio SE-300B II

  • effettivamente è un pò un accrocchio,e pure parecchio complicato. Poi una distorsione del 15 % brrrrr che freddo.

    Ma tirando per il collo una EL 34 con un circuito fatto bene magari si può fare di meglio…..sbaglio?

  • La EL34 non e’ pilotata praticamente, il problema non e’ il follower con la el34 ma che lo stadio di ingresso non da abbastanza swing, se lo si facesse pompare a dovere la EL34 riuscirebbe probabilmente a bruciare la griglia della 300B, e’ troppo grossa, la 300B io l’ho pilotata a fondo con un trido della 6SN7, ci ho cavato 10watt che sono il massimo assoluto ottenibile da un SE con a 300B.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *