Riparazione e Progettazione apparecchi Valvolari
Categorie
Support RealStereo
[We support Real Stereo!]

Nuova Elettronica LX1240 – Progetto rivisitato e corretto per diventare veramente HiFi

Rivisitazione del KIT LX1240 di Nuova Elettronica, da schema per principianti LowFi a schema per principianti HiFi.

Acquista il set completo di trasformatori+induttanze per l’ LX1240.
Costo Euro 384,50 comprese tasse e spedizione.
Clicca qui per ordinare

Questo schema circola su internet come progetto per principianti, modificato un po’ in tutte le salse, e’ molto semplice da realizzare (come il mio rescue34), ma rispetto al rescue34 non e’ per niente HiFi…

Il progetto originario di nuova elettronica era tirato al massimo risparmio (oltre ogne limite della decenza) a totale discapito della qualita’ dei trasformatori che definire indecenti e’ un complimento. Il trasformatore di alimentazione originario di nuova elettronica era talmente sottodimensionato che su internet si trovano esperienze di persone che affermano arrivasse a fumare dopo un po’ che era acceso, tanto che qualcuno ne comprava 2 per alimentarci solo un canale, avendo ugualmente problemi di surriscaldamento! Ancora piu’ ridicoli sono i trasformatori d’uscita, io in quelle dimensioni ho realizzato trasformatori d’uscita per cuffie con valvole del taglio delle 6J5, loro ci hanno fatto lavorare sopra una EL34. Varie modifiche sono state sperimentate, con EL36, 6L6, desolate 2A3 e qualcuno goliardicamente ci ha messo anche delle KT88 (forse voleva essere una cosa fatta per riderci sopra?) .. Fatto sta che non puoi tirare il sangue dalle rape, da quel set di trasformatori non puoi ottenere nulla di decente, insomma esce suono come esce dal citofono, nessuna qualita’ HiFi.. Basta vedere le strumentali del fratello maggiore (e piu’ costoso LX133) per capire quale possa essere la qualita’ di questo LX1240.

Premesso quindi che spendere poco con cose a valvole non ha senso, meglio usare un TDA2002, spendi ancora meno e suona sicuramente meglio che un valvolare realizzato con trasformatori di cosi’ bassa lega. Veniamo quindi alla mia versione. Premetto che su internet circolano schemi dove la gente commuta da pentodo a triodo cosi’ alla leggera, senza considerare che il valore della resistenza di polarizzazione sotto al catodo della finale andrebbe cambiato, io per ora ho considerato il funzionamento a triodo. I trasformatori d’uscita sono gli stessi usati per il rescue34 quindi ad alta banda passante e dal suono di altissimo livello.

Ecco lo schema (clicca per ingrandire)

LX1240 Rivisto (triodo)

Ho corretto la polarizzazione della finale a triodo e ho corretto anche la polarizzazione della ECC82, perche’ nella versione di Nuova Elettronica era fatta funzionare fuori dalla zona lineare, ma vadiamo le rette per capire (in verde la versione Nuova Elettronica, in rosso la polarizzazione nella mia versione).

Rette ecc82

Questa la retta di carico della EL34, la tengo un po’ sotto la dissipazione massima, ma tirandola di piu’ quello che si otterrebbe in termini di potenza e’ veramente poco. In tutti i modi in questo modo si ottengono 3 watt RMS.

El34 Triodo Retta 2k

Se siete interessati a realizzare questo schema potete chiedermi il preventivo per il set composto da 2 trasformatori d’uscita, 2 induttanze e un trasformatore di alimentazione.

4 risposte a Nuova Elettronica LX1240 – Progetto rivisitato e corretto per diventare veramente HiFi

  • trovo giusta e ben fatta la presa intermedia per evitare il ronzio sui filamenti.

  • Penso che quello tra i miglioramenti sia quello piu’ insignificante, i trasformatori di nuova elettronica, vedendo come andavano quelli dell’ LX133, era buono se facevano 100Hz~3khz a -3db … i miei trasformatori arrivano a 130khz.

  • non ho mai visto connettere a triodo un pentodo,questa è la prima volta che ne vedo uno.
    Avevo visto due triodi lavorare in push-pull ma quella era una rarità più unica che rara.

    Trovo alquanto strani i condensatori C3 e C7 di grossa capacità e anomala posizione. ho sempre visto nei classe A mettere solo un condensatore minuscolo in parallelo al primario del TA.. Ma ti parlo da profano,io le valvole le vedevo nei trasmettitori che riparavo quando avevo una divisa militare addosso secoli fa.

    Complimenti per i 130 Khz,io non saprei da dove cominciare

  • Cosa c’e’ di strano nella connessione a triodo scusa ? il condensatore in parallelo ai primario del TU era per smorzare oscillazioni spurie in quelli che erano trasformatori di qualita’ infima, C3 e C7 sono condensatori “ultrapath” sopperiscono alle carenze degli elettrolitici catodici della valvole chiudendo i segnali a frequenze piu’ elevate in un’anello formato da C TU e valvola senza passare per il condensatore di livellamento della sezione di alimentazione, sono accorgimenti HiFi, non puoi trovarli in circuiti di radio d’epoca… E nemmeno in molti amplificatori HiFi trovi questi accorgimenti…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *