Riparazione e Progettazione apparecchi Valvolari
Categorie
Support RealStereo
[We support Real Stereo!]

Modifica Fender Pro Junior

Mi hanno portato un’esemplare di questo piccolo amplificatore entry level della fender da modificare e devo dire che si e’ prestato bene, lo schema originale non e’ curatissimo, l’amplificatore tende ad essere rumoroso di suo e a distorcere molto presto e a captare stazioni radio a caso.

La modifica che ho studiato prevede la sostituzione di una delle valvole con un’altra di tutt’alto tipo, madifica delle polarizzazioni e dello stadio di alimentazione. Il risultato ottenuto e’ di un notevole calo del rumore/ronzamento e sensibilita’ ai disturbi. La distorsione arriva molto piu’ tardi, il suono diventa molto piu’ pulito e gustoso, paragonabile forse a quello di amplificatori di fascia piu’ alta.

Ovviamente non svelo particolari tecnici di tale modifica, se avete uno di questi amplificatorini portatemelo e rimarrete contenti del risultato 🙂

DSCN5128 - censurata per sito

La prima valvola della catena (originariamente una ECC83) e’ stata sostituita con una ECC88, le valvole compatibili con questa modifica sono: ECC88 PCC88 6DJ8 7DJ8 6922 E88CC e per fare esperimenti sul suono sono elettricamente compatibili anche la ECC189 PCC189 6ES8 7ES8.

Costo della modifica 88,00 Euro (tasse comprese)

10 risposte a Modifica Fender Pro Junior

  • Interessante, ma dove dovrei portare l’amplificatore se volessi fare la modifica che proponi?
    Grazie
    Ciao

  • to risposto per email

  • …puoi anche non dirlo ma non postare la foto dell’ampli che si vede in’alto a destra la sostituzione della resistenza in ingresso per abbassare il gain ed aumentare la headroom… (peraltro modifica semplicissima e che si trova su un migliardo di siti americani.. :-))))

    (assieme ad altre molto più interessanti… )

  • Gia’ peccato amico mio sapiente che queste 3 foto sono state prese da google solo a scopo illustrativo perche’ non avevo fatto foto dell’apparecchio in fase di modifica, la vera modifica che ho fatto io e’ molto piu’ complessa e consiste nel cambiare la ecc83 di ingresso con una ecc88, il ricalcolo di tutte le resistenze della sezione di alimentazione e diverse altre cose che nei siti di cui parli tu non trovi la minima traccia perche’ il piu’ delle persone che fa queste cose di vera progettazione elettronica sa ben poco.

  • Stavo cercando di animare un pò sta pagina… 😉 sono un profondo estimatore del Pro Junior.
    Ho riscontrato notevoli miglioramenti anche soltanto sostituendo i pessimi condensatori (determinati dal punto di economicità del progetto)con equivalenti orange drop, aumentato il valore della sezione di filtro, trimmerizzato il bias che standard fa cuocere le finali in un secondo (ottima trovata poi per venderle) installando un’ OT Mercury multitap davvero molto molto performante e ricalcolando tutti i valori ma mantenendo quel feel fender e quella risposta di attacco molto piacevole… pot veriabile per il gain e un paio di sistemazioni di fino su valori e tipologie di materiali…ecc ecc….
    ma sopratutto quell’attenzione ai cablaggi che proprio proprio non fanno… addirittura tutta la sezione a sinistra con i mille fastom sono solo fatti per velocizzare… sotto ci sono dei semplici ponti… ma portano l’alta tensione vicino al segnale… orrore… la base converrai con me è notevole. interessante l’utilizzo della ecc88 che ho solo montato un paio di volte su di un lettore cd fiko… (ps: le mullard NOS qui suonano da dio)
    Su certi blog americani ci sono dei tecnici da paura che lo hanno rivoltato come un calziono non sono tutti minkia fidati.
    Ciao Gizmo e buon lavoro. 🙂
    Max

  • L’intero amplificatore e’ progettato malissimo, ci sono veri e propri errori nello schema inoltre anche il cablaggio e’ assurdo, ad esempio mettere le gridstop sul PCB principale e poi partire con un flat verso il PCB con gli zoccoli e’ assolutamente senza senso, infatti io ho tolto la gridstop sul pcb principale e l’ho sostituita con un ponticello poi ho tagliato la pista del PCB a ridosso dello zoccolo delle valvole saldando una gridstop di valore adeguato (anche se non ricordo piu’, forse le gridstop erano totalmente assenti), da originale questo amplificatore captava anche la radio AM. La mia modifica si e’ limitata a quanto esposto ottenendo un suono molto bello, con ottima dinamica e vivacita’ e senza disturbi ne ronzii. Pero’ trovo anche poco sensato rivoltarlo come un calzino come dici tu, se non fosse una questione di costi, a un certo punto avrei fatto prima ad aliminare tutti i PCB e ricablare in aria un nuovo circuito progettato per l’occasione (non copiato, il mio vanto e’ proprio il non copiare schemi pronti e fatti da altri, anche perche’ spesso guardo schemi fatti da altri e noto sempre diversi particolari che non mi piacciono e che io farei in modo diverso, infatti poi i miei apparecchi hanno la loro identita’ sonora e non sono copie).

  • Verissimo è cablato da ciccione messicane annoiate… lo hanno fatto così per non turbare le loro menti vacillanti…
    ciao 😉

  • non e’ carino deridere lo sfruttamento del lavoro in paesi poveri, sopratutto quando l’italia rischia di diventare uno di questi.

  • Avevo un Pro Junior
    non lo suonavo in casa a causa di fischi, ronzii e captazioni di radio e cellulari vari. Ora lo uso. Solo un soffio, udibile, un rumore bianco, ma si può usare a basso volume senza far latrare i cani o rompere ai vicini mantenendo un grande attacco e tutti i toni.Se alzi il volume è una bomba con tutto il gain che vuoi.
    Grazie Gizmo

  • Bhe diciamo anche che il soffio a volume basso si nota solo se resti in silenzio e sei sopra 4 di volume 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *