Riparazione e Progettazione apparecchi Valvolari
Categorie
Support RealStereo
[We support Real Stereo!]

Nakamichi CD Player 3 – Valvolarizzato

Ecco come ho eseguito l’upgrade di questo lettore CD Nakamichi CDP3, dopo aver effettuato alcune misure sul circuito e tagliato un paio di piste ho progettato tutto uno stadio d’uscita valvolare a bassa impedenza e poi mi sono studiato come infilarlo dentro al lettore.

A lavoro quasi ultimato…

Valvole utilizzate due 5687 e una EZ81, e componenti NOS. THD misurata a banco con il generatore di funzioni connesso al circuito 0,012%.

Ovviamente bisognava arieggiare bene visto che le 5687 sembran piccole ma arrivano a 135gradi (misurati) sul bulbo di vetro…

Voglio ora aprire una piccola parentesi su questo tipo di lavori: innanzitutto non li approvo, progettualmente parlando e’ fortemente limitante assemblare un circuito dentro un’apparecchio non concepito per ospitarlo, si finisce spesso a far compromessi. Una soluzione molto piu’ elegante, comoda e priva di compromessi tecnici e’ quella di utilizzare/realizzare un DAC esterno con attorno tutta la circuiteria che si desidera senza compromessi, senza intaccare il lettore CD, l’uso dell’uscita digitale e’ la migliore cosa che si possa fare.

In secondo luogo, visto che parecchie persone hanno punti di riferimento totalmente sbagliati vorrei porre il confronto tra il mio lavoro e quello che per molti e’ un punto di riferimento…  Posto qui sotto una foto presa nel qual caso li link esterno smettesse di funzionare in futuro:

Io vedo una valvola fissata alla meglio, con un sacco di fili ciondolanti, che fanno sicuramente accoppiamento con tutto quello che hanno intorno (viste le alte impedenze di ingresso della valvola), condensatori e resistenze ancorate al niente o incollate dove capita con la COLLA A CALDO e saldature molto approssimative, sopratutto sopra i condensatori, e per finire l’uscita di anodo ad alta impedenza rende il circuito turbabile da qualsiasi cosa, cavi compresi.

L’alta fedelta’ e’ cura e precisione su tutti i fronti, qualcosa che va fatto con la passione, quello nella foto non e’ per niente un bel lavoro, privo di cura.. una cioppa di componenti buttati dentro come capita, roba montata cosi’ denota qualcuno che non aveva voglia di farlo bene o non ne era capace. Il problema e’ che un lavoro fatto a questo modo per qualcuno e’ un punto di riferimento ! Bhe “haters” permettetemi di dubitare che questo possa essere un punto di riferimento o di essere schifato da quel montaggio ben lontano dalla sufficienza, io non ho inventato niente ma almeno quello che ho fatto l’ho fatto bene.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *