Riparazione e Progettazione apparecchi Valvolari
Categorie
Support RealStereo
[We support Real Stereo!]

Recupero creativo di un “radio relitto”

Ho ricevuto questa radio, per essere riparata a per inserirci un modulo per la ricezione FM, ma ispezionandola bene ho iniziato a vedere che era un disastro: La scala parlante era una di quelle brutte riproduzioni trasparenti stampate su acetato che nemmeno azzeccava con i controlli, l’altoparlante era stato riconato completamente con materiali moderni ma sopratutto il circuito era quello di una scatola di montaggio d’epoca, di quei circuiti che spesso venivano montati senza ancoraggi con tutti i componenti ciondolanti che si tenevano stretti tra loro che è un’incubo riparare perchè appena tocchi una saldatura ti si staccano almeno 5 pezzi, siccome dovevo cambiare tutti i condensatori e forse anche resistenza era obbligato a ricablare l’intero circuito e temevo poi, dopo il lavoro, trovarmi a che fare con altri problemi (MF, gruppo RF).

Siccome non c’era nulla di originale o buono e si voleva inserire dentro un modulo per la ricezione FM che di fatto avrebbe escluso tutto il circuito, tranne l’oscillatore locale e il finale audio, ho optato per un’opzione estrema quanto sbrigativa ed efficace: ho svuotato il telaio e ho ricablato un nuovo circuito minimale formato dalla 5Y3GT e la 6V6GT (della radio stessa) e una 6SN7 (aggiunta da me). Con un triodo della 6SN7 ho creato l’oscillatore locale connesso col vecchio gruppo RF (necessario per la sintonia del modulo FM), mentre con l’altro triodo della 6SN7 ho preamplificato il segnale audio del modulo FM per poi pilotare la 6V6, mentre, come è ovvio, la 5Y3GT funziona da rettificatrice.

Il tutto funziona alla perfezione e potete vederlo nel video qui sotto:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *