Riparazione e Progettazione apparecchi Valvolari
Categorie
Support RealStereo
[We support Real Stereo!]

SB Albireo – Monofonici Hi-End da 65Watt con KT88

Riporto qui il commento del proprietario che potete leggere in originale sotto nei commenti.

Ho sostituito i cavi di segnale tra Pre e finali con cavi più aperti verso le alte. Adesso l’accoppiata pre finale va molto bene. In particolare:

  • La capacità di pilotaggio è ottima. Dove arriva la registrazione lì arrivano anche i finali. Scena sonora ampia e anche alta, che non guasta. Se si considera che ci sono solo due kt88 per canale sorprendente.
  • Definizione e dimensione degli esecutori realistica. Violini e violoncelli di un quartetto grandi il giusto, né puntiformi né troppo espansi.
  • Musicalità sempre presente, direi “all tubes “, anche nei cd più rognosi.
  • Fatica d’ascolto assente anche dopo ore.
  • Con il vinile la musicalità aumenta e l’accoppiata Albireo -Lp raggiunge i vertici. Starei per dire il Nirvana se non fosse che solo uno 2600 anni fa nel nord dell’India c’è arrivato, beato lui.
  • Buona velocità. Migliorabile forse con un cavo di potenza argentato di qualità e piuttosto corto (da sperimentare).

Nel complesso un finale musicale e decisamente capace di seguire sempre la musica, in alto e in basso, nei sussurrati e nei pieni orchestrali. Ben fatto.

Dopo l’esperienza con questo amplificatore commerciale, resomi conto che il mercato e’ pieno di schifezze vendute a peso d’oro mi sono messo in testa di costruire un’apparecchio sulla sua falsa riga, ma di mia concezione e con caratteristiche di assoluto riferimento capace di stracciare la concorrenza della montagna di fuffa che circola nei negozi attualmente.

render1

Ho quindi iniziato a lavorare sull’idea di questa coppia di monofonici che ho battezzato “Albireo” in onore alla famosa stella binaria… L’apparecchio doveva essere superiore alla concorrenza in ogni suo aspetto, l’alimentazione ben filtrata e non affidata a una coppia di condensatori in serie, le finali dovevano poter funzionare alla massima potenza anche oltre il clipping senza nessun problema con potenze di tutto rispetto, il driveraggio robusto, con un’ottimo fattore di smorzamento e un’estesa banda passante priva di rotazioni di fase significative e volevo anche con la valvola di ingresso fosse esclusa dall’anello di negative feedback in modo da preservare un suono pienamente valvolare ma senza rinunce.

type76

Sull’ingresso ho adottato una valvola conosciuta per il suono caratteristico molto raffinato, la “76” un triodo con zoccolo UX5 del 1933, sostituibile a piacimento anche con la “37” altro triodo del 1931 molto simile alla “76” e intercambiabile con esso.

Alla “76” segue una pregiata 6SL7GT Haltron impiegata come sfasatrice accoppiata alla “76” con un condensatore carta olio Sprague VitaminQ. Successivamente alla 6SL7 c’e’ un buffer realizzato con una 6SN7 OTK che ha lo scopo di abbassare l’impedenza del segnale che se no avrebbe un’impedenza troppo elevata per pilotare le finali: una coppia di KT88 GoldenLion.

Le finali lavorano in UltraLineare e il grosso trasformatore d’uscita e’ dotato anche di un secondario dedicato alla reazione catodica delle finali stesse che in questa configurazione arrivano a lavorare quasi con le caratteristiche di un triodo pur conservando pero’ la resa in potenza tipica della configurazione ultra lineare.

Vediamo la realizzazione: Il mobile e’ stato disegnato interamente con Freecad (sempre fedele agli ottimi programmi messi a disposizione dal mondo Linux) e successivamente realizzato da officine competenti.

DSCN6200

DSCN6201

DSCN6249

DSCN6267

IMG-20160629-WA0005

DSCN6281

Ed ecco qua il primo apparecchio finito

DSCN6285

DSCN6286

DSCN6287

Strumentali

Potenza: 65Watt RMS
Banda Passante a 1Watt: 15Hz~140khz -3dB – THD 0,0026%
Banda Passante a 25Watt: 15Hz~100khz -3dB – THD 0,01%
Banda Passante a 60Watt: 10Hz~75Khz -3dB – THD 0,057%
Fattore di Smorzamento DF: 10,0
Rout: 0,8ohm

Analisi di spettro a 1watt

1watt

A 25watt

25watt

A 60Watt

60watt

Eccoli a casa loro

IMG_20160810_154756

7 risposte a SB Albireo – Monofonici Hi-End da 65Watt con KT88

  • questo si che è bello. Molte finezze che non tutti hanno.

    – trasfo e induttanze tutti su piani differenti
    – fori di raffreddamento sul telaio
    – vero montaggio in aria senza stampato
    – condensatori di fuga aggiunti (uno è veramente enorme) per migliorare la risposta ai picchi
    – griglie dei finali con polarizzazione precisa (se vedo bene non sono autopolarizzate con la solita resistenza e condensatore da 100 micro)

    Anche ben dimensionato l’alimentatore,sei dovuto salire fino a 450 volt?

  • Tutti gli apparecchi che faccio io sono cosi’… Ovviamente non metto un condensatore cosi’ grosso su un 10watt. La tensione anodica e’ di 480volt.

  • dici che spremendo un paio di EL 34 si otteneva lo stesso risultato?

  • Assolutamente impossibile ottenere in modo “SANO” piu’ di 30watt teorici, nel mio settled34 ho tirato 28watt.

  • stai tranquillo non voglio “incrociare” le griglie schermo,i botti li faccio fare a capodanno dai petardi. Stavo pensando invece a un sistema che tiene l’anodica a 350 volt e la alza a 450 solo nei picchi di segnale. Ho tra le mani un alimentatore “rotante” a motore elettrico di una trasmittente della seconda guerra mondiale.
    Simulo qualcosa al computer e per fine agosto ti invio lo schema teorico,potrebbe essere il primo ampli ad anodica variabile al mondo (visto che il P/P di el 84 alla fine era un generatore di ronzio e armoniche ed è diventato ad anodica fissa) perchè negli ampli da strumenti musicali effettivamente da un P/P di el 34 si ottengono potenze elevate

  • Quando riesci a invetare un circuito che prevede il futuro e alza la tensione prima di tosare l’inizio del segnale dimmelo che ti iscrivo per il nobel, la EL34 la puoi portare anche fissa a 450volt, negli ampli da chitarra lo fanno, ma tanto al massimo arrivi a 35watt da una coppia, tiratissima.

  • Ho sostituito i cavi di segnale tra Pre e finali con cavi più aperti verso le alte. Adesso l’accoppiata pre finale va molto bene. In particolare:
    – La capacità di pilotaggio è ottima. Dove arriva la registrazione lì arrivano anche i finali. Scena sonora ampia e anche alta, che non guasta. Se si considera che ci sono solo due kt88 per canale sorprendente.
    -Definizione e dimensione degli esecutori realistica. Violini e violoncelli di un quartetto grandi il giusto, né puntiformi
    né troppo espansi.
    -Musicalità sempre presente, direi “all tubes “, anche nei cd più rognosi .
    -Fatica d’ascolto assente anche dopo ore.
    -Con il vinile la musicalità aumenta e l’accoppiata Albireo -Lp raggiunge i vertici. Starei per dire il Nirvana se non fosse che solo uno 2600 anni fa nel nord dell’India c’è arrivato, beato lui.
    Buona velocità. Migliorabile forse con un cavo di potenza argentato di qualità e piuttosto corto (da sperimentare).

    Nel complesso un finale musicale e decisamente capace di seguire sempre la musica, in alto e in basso, nei sussurratI e nei pieni orchestrali.
    Ben fatto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *