Riparazione e Progettazione apparecchi Valvolari
Categorie
Support RealStereo
[We support Real Stereo!]

SB-Tulipa (Prototipo) Finale single ended con valvole tipo 45

Recensione del proprietario (che potete leggere in originale a fondo pagina)

Sono sempre stato titubante ad utilizzare apparecchi non provenienti da marchi ben conosciuti (per i problemi in caso di rivendita dell’usato) ma dopo i risultati ottenuti con la modifica radicale del finale Music Angel XD-850MKIII (Single Ended di 300B) ho rotto definitivamente gli indugi affidando al buon Stefano Bianchini la costruzione da zero di questo finale con le meravigliose 45, tenendo d’occhio le prestazioni sonore ed il portafoglio; gli ho dato un budget ben preciso – rispettato in pieno – ed il risultato è andato oltre le mie più rosee previsioni. Conosco bene il suono dei monotriodi ed ho utilizzato per le le mie Klipschorn, nel tempo, sia le 2A3 che le 45 nonchè due finali mono Golden Tube Audio SE-300B (in biamplificazione passiva). Proprio la 45 mi ha sempre colpito per la sua estrema naturalezza ed immediatezza tanto da farmela preferire alle altre, ma non ero mai riuscito a farla suonare a dovere per colpa di elettroniche non proprio all’altezza. Che dire…appena acceso mi aspettavo si un medio-alto di primo livello ma non certo anche dei bassi così morbidi e coinvolgenti e perfettamente amalgamati al resto della banda audio, tanto che mi ero convinto della impossibilità di avere suoni bassi decenti dai triodi. Ma dopo avere ascoltato il 300B modificato devo ammettere che ci speravo. Avevo totalmente ripudiato tutto il tecnicismo degli anni 70/80 – per colpa di alcune riviste specializzate – quasi dimenticando che per suonare bene un’apparecchiatura audio deve comunque partire da basi tecniche solide con progetti e componentistica adeguati. Certo che bisogna avere diffusori di almeno 100db di efficienza per poter godere fino in fondo delle peculiarità di questa valvola (diciamo da una Altec 19 in su), suonano anche con i 96db delle Klipsch Heresy ma solo dalla Cornwall in poi (per rimanere in casa PWK) si può ascoltare ad un volume totalmente coinvolgente pure il rock. Con le accortezze costruttive applicate, l’hum è inesistente anche con le Emission Labs 45 (Mesh Type) che finora erano quasi inascoltabili in altri finali. Beh…dire che sono contento del risultato è molto riduttivo, il suono ora ha raggiunto vette veramente difficili da superare perchè siamo prossimi alla realtà dell’evento sonoro tanto da non farmi più rimpiangere la perdita di qualche concerto…..tanto c’è sempre il mio SB-Tulipa ad aspettarmi……ma forse è meglio non esagerare con le lodi altrimenti……..il prezzo delle eventuali prossime realizzazioni potrebbe risentirne……ed io non voglio più spendere certe cifre per apparecchi blasonati che spesso ti lasciano pure l’amaro in bocca, ed è un amaro molto salato!!! Volevo aggiungere che il finale è stato costruito attorno alla RCA Radiotron UX-245 ed è proprio con questa valvola che, secondo la mia personale opinione, si raggiungono i risultati lusinghieri che ho riportato. Le EML si piazzano subito dopo, anche se nei primi istanti sembrano preferibili. Le 45 standard (con la forma non Globe o Balloon) hanno ovviamente anche loro il magico suono di questo tubo e per chi non ha mai sentito le 245 può già pensare di essere arrivato ma ripeto, questo finale mette in luce ogni minima nuance ed il senso di coinvolgimento e di appagamento che si ha con le RCA purtroppo non può essere descritto.

Questo piccolo amplificatore single ended e’ nato nel nome della sperimentazione pura, di piccola potenza e concepito per essere abbinato a diffusori ad alta efficienza. In questa prototipazione ho deciso di contenere i costi di montaggio riciclando una scatola per elettroniche di recupero che da tempo aspettava di finire in discarica…

Brutta, sporca e arrugginita ma recuperabile con un po’ di fantasia. Buttato giu’ uno schema e realizzati i trasformatori mi sono messo a studiare il montaggio meccanico.

Eliminata la ruggine con una piccola mola per il dreemel, rimontata con rivetti e viti nuove, pronta per essere verniciata a polveri…

E fianchetti in massello di noce tirato a gomma lacca per nascondere le vecchie forature inutilizzabili.

Ho poi cablato un semplice circuito al suo interno.

Le valvole montate sono due ECC83 / 12AX7 sostituibili opzionalmente con le 5157 per il guadagno in tensione, una 6H6Pi NOS (CCCP) come driver, sostituibile con la E188CC opzionalmente. Le finale sono due UX245 RCA NOS del 1928. La rettificatrice e’ una GZ34 NOS Philips. I trasformatori d’uscita sono i miei 15100UH15 mentre le induttanze che appaiono di un nero lucido sono delle induttanze NOS anni ’50 (opportunamente verniciate perche’ in origine erano gialle) da cui ho derivato le mie 16S64. Il trasformatore di alimentazione ovviamente e’ custom. I condensatori sul segnale audio sono tutti Sprague Vitamin Q (nella foto si vedono rinchiusi nel tubo termorestringente a scopo di isolarne il corpo sottoposto a tensione. Le finale sono in selfbias, con elettrolitici NOS da 2200uF di altissima qualita’ bypassati da un polipropilene audio grade da 10uF. I filamenti delle 45 sono alimentati in DC con cella passiva e 44000uF di livellamento per avere un’assoluto silenzio sulla casse.

Una piccola chicca e’ l’interruttore di accensione rotativo, componente NOS di produzione probabilmente risalente agli anni 50 o 60.

Vediamo le strumentali:

Potenza massima: 2,25Watt RMS per canale.
Banda passante @ 1watt: 10Hz (nessuna attenuazione) – 38khz -3db
THD @ 1Watt: 1,2%
Fattore di smorzamento DF: 3,2
Rout: 2,5ohm

Analisi di spettro a 1 Watt

Quadra a 100Hz

1kHz

10kHz

Amplificatore in funzione

4 risposte a SB-Tulipa (Prototipo) Finale single ended con valvole tipo 45

  • Sono sempre stato titubante ad utilizzare apparecchi non provenienti da marchi ben conosciuti (per i problemi in caso di rivendita dell’usato) ma dopo i risultati ottenuti con la modifica radicale del finale Music Angel XD-850MKIII (Single Ended di 300B) ho rotto definitivamente gli indugi affidando al buon Stefano Bianchini la costruzione da zero di questo finale con le meravigliose 45, tenendo d’occhio le prestazioni sonore ed il portafoglio; gli ho dato un budget ben preciso – rispettato in pieno – ed il risultato è andato oltre le mie più rosee previsioni. Conosco bene il suono dei monotriodi ed ho utilizzato per le le mie Klipschorn, nel tempo, sia le 2A3 che le 45 nonchè due finali mono Golden Tube Audio SE-300B (in biamplificazione passiva). Proprio la 45 mi ha sempre colpito per la sua estrema naturalezza ed immediatezza tanto da farmela preferire alle altre, ma non ero mai riuscito a farla suonare a dovere per colpa di elettroniche non proprio all’altezza. Che dire…appena acceso mi aspettavo si un medio-alto di primo livello ma non certo anche dei bassi così morbidi e coinvolgenti e perfettamente amalgamati al resto della banda audio, tanto che mi ero convinto della impossibilità di avere suoni bassi decenti dai triodi. Ma dopo avere ascoltato il 300B modificato devo ammettere che ci speravo. Avevo totalmente ripudiato tutto il tecnicismo degli anni 70/80 – per colpa di alcune riviste specializzate – quasi dimenticando che per suonare bene un’apparecchiatura audio deve comunque partire da basi tecniche solide con progetti e componentistica adeguati. Certo che bisogna avere diffusori di almeno 100db di efficienza per poter godere fino in fondo delle peculiarità di questa valvola (diciamo da una Altec 19 in su), suonano anche con i 96db delle Klipsch Heresy ma solo dalla Cornwall in poi (per rimanere in casa PWK) si può ascoltare ad un volume totalmente coinvolgente pure il rock. Con le accortezze costruttive applicate, l’hum è inesistente anche con le Emission Labs 45 (Mesh Type) che finora erano quasi inascoltabili in altri finali. Beh…dire che sono contento del risultato è molto riduttivo, il suono ora ha raggiunto vette veramente difficili da superare perchè siamo prossimi alla realtà dell’evento sonoro tanto da non farmi più rimpiangere la perdita di qualche concerto…..tanto c’è sempre il mio SB-Tulipa ad aspettarmi……ma forse è meglio non esagerare con le lodi altrimenti……..il prezzo delle eventuali prossime realizzazioni potrebbe risentirne……ed io non voglio più spendere certe cifre per apparecchi blasonati che spesso ti lasciano pure l’amaro in bocca, ed è un amaro molto salato!!!

  • Volevo aggiungere che il finale è stato costruito attorno alla RCA Radiotron UX-245 ed è proprio con questa valvola che, secondo la mia personale opinione, si raggiungono i risultati lusinghieri che ho riportato.

  • Le EML si piazzano subito dopo, anche se nei primi istanti sembrano preferibili. Le 45 standard (con la forma non Globe o Balloon) hanno ovviamente anche loro il magico suono di questo tubo e per chi non ha mai sentito le 245 può già pensare di essere arrivato ma ripeto, questo finale mette in luce ogni minima nuance ed il senso di coinvolgimento e di appagamento che si ha con le RCA purtroppo non può essere descritto.

  • con le mie tannoy da 91dB si comportava in modo eccellente 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *